Close
Assicurazione-vita-risarcimento

Assicurazione sulla vita: cumulo di indennità e risarcimento

Nel caso di assicurazione sulla vita, l’indennità si cumula con il risarcimento, perché si è di fronte ad una forma di risparmio posta in essere dall’assicurato sopportando l’onere dei premi, e l’indennità, vera e propria contropartita di quei premi, svolge una funzione diversa da quella risarcitoria ed è corrisposta per un interesse che non è […]

Leggi Ancora
contratto-bancario-monofirma

Il contratto bancario monofirma

Il requisito della forma scritta di cui all’art. 117 t.u.b. ha natura funzionale e non strutturale e risulta assolto se il contratto è sottoscritto dal solo cliente cui una copia deve essere consegnata. Nel caso in esame, un caseificio aveva citato in giudizio la banca presso la quale era correntista, chiedendo che gli venissero corrisposti, […]

Leggi Ancora
Consegna-assegno-spedizione

Consegna di un assegno? Meglio evitare la spedizione!

La spedizione per posta ordinaria di un assegno, ancorché munito di clausola d’intrasferibilità, costituisce, in caso di sottrazione del titolo e riscossione da parte di un soggetto non legittimato, condotta idonea a giustificare l’affermazione del concorso di colpa del mittente. La corte di Cassazione si è pronunciata in seno ad una vicenda che aveva preso […]

Leggi Ancora
Locazione-finanziaria-clausola

Locazione finanziaria e clausola compromissoria

Il cessionario di credito, nascente da contratto nel quale sia inserita una clausola compromissoria, non subentra nella titolarità del distinto e autonomo negozio compromissorio e non può pertanto invocare detta clausola nei confronti del debitore ceduto. La vicenda de qua aveva preso le mosse dalla stipulazione di un contratto di locazione finanziaria tra una società […]

Leggi Ancora
Licenziamento-giustificato-motivo

Licenziamento per giustificato motivo oggettivo e reintegrazione: la dichiarazione di illegittimità

Va dichiarata l’illegittimità costituzionale dell’art. 18, co. 7, secondo periodo, L. 300/1970, nella parte in cui prevede che il giudice, quando accerti la manifesta insussistenza del fatto posto a base del licenziamento per giustificato motivo oggettivo, «può altresì applicare» – invece che «applica altresì» – la disciplina di cui al medesimo art. 18, quarto comma. […]

Leggi Ancora
efficacia-sentenza-ecclesiastica

L’efficacia della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio

Il riconoscimento dell’efficacia della sentenza ecclesiastica di nullità del matrimonio religioso, intervenuto dopo il passato in giudicato della pronuncia di cessazione degli effetti civili del medesimo matrimonio, non impedisce la prosecuzione del giudizio di divorzio ai fini della decisione in ordine alla domanda di determinazione dell’assegno divorzile. L’importante pronuncia delle Sezioni Unite della Corte di […]

Leggi Ancora
Rapina-lavoro-responsabilità

Rapina sul luogo di lavoro e responsabilità del datore

La responsabilità dell’imprenditore per la mancata adozione delle misure idonee a tutelare l’integrità fisica del lavoratore discende o da norme specifiche o, nell’ipotesi in cui esse non siano rinvenibili, dalla norma di ordine generale di cui all’art. 2087 c.c. Un dipendente delle poste, con la qualifica di operatore di sportello, aveva citato in giudizio le […]

Leggi Ancora
Condominio-cosa-comune

Condominio: in che termini si atteggia l’uso della cosa comune?

L’uso più intenso della cosa comune è consentito, ma questo non deve comportare una violazione dell’equilibrio statico e della sicurezza dello stabile, né prevaricare gli altri condomini dalla possibilità di realizzare un uso quanto meno paritetico del bene. Nel caso vengano violati i predetti principi di gestione, non si assiste ad un uso più intenso, […]

Leggi Ancora
risarcimento-danno-patrimoniale

Il principio di unitarietà e onnicomprensività del risarcimento del danno non patrimoniale

Si esclude che al prossimo congiunto di persona deceduta in conseguenza del fatto illecito di un terzo possano essere liquidati sia il danno da perdita del rapporto parentale che il danno esistenziale, poiché il primo già comprende lo sconvolgimento dell’esistenza, che ne costituisce una componente intrinseca. A seguito del decesso della madre, l’attrice aveva agito […]

Leggi Ancora
azione-regresso-consumatore

L’azione di regresso

Il comma 2 dell’art. 131 d. lg. n. 206/2005 individua, nel preventivo adempimento di tutti i rimedi di tutela, esperiti dal consumatore, il momento iniziale, a partire dal quale far decorrere il termine annuale di prescrizione dell’azione di regresso del venditore finale, nei confronti del produttore o di altri soggetti della catena distributiva. L’interessante vicenda […]

Leggi Ancora