Close
Privati, Società ed Enti, se accompagnati da adeguata consulenza, possono stipulare in serenità i loro contratti, anticipatamente risolvendo, ovvero evitando, le pesanti problematiche che troppo spesso conseguono ad una superficiale valutazione delle clausole contrattuali proposte.
Concessione-credito-banche

Concessione del credito: necessarie buona fede e correttezza delle banche

Le banche, nello svolgere la propria attività, hanno l’obbligo di comportarsi in conformità ai generali principi di trasparenza, buona fede e correttezza, non solo in sede di esecuzione del contratto, ma anche nella fase precedente, durante le trattative. La vicenda aveva visto gli amministratori di una società convenire in giudizio un istituto bancario al fine […]

Leggi Ancora

Consegna dell’immobile e decorrenza del termine per opporre i vizi noti

La consegna dell’immobile, effettuata prima della stipula del definitivo, non determina la decorrenza del termine di decadenza per opporre i vizi noti, né comunque di quello di prescrizione: l’onere della tempestiva denuncia presuppone l’avvenuto trasferimento del diritto. Una società immobiliare aveva convenuto in giudizio un ingegnere: quest’ultimo aveva sottoscritto un preliminare per l’acquisto di un […]

Leggi Ancora
Contratto-risarcimento-danni

Contratto e risarcimento danni: cosa deve essere oggetto di prova?

Danni derivanti da un rapporto contrattuale: il diritto al risarcimento dei danni nasce con il verificarsi di un pregiudizio effettivo e reale nella sfera patrimoniale del contraente danneggiato, che deve provare la perdita economica subita. La vicenda aveva ad oggetto, a dire dell’attore, l’esecuzione negligente della gestione fiscale delle pratiche inerenti la sua professione da […]

Leggi Ancora
Corte-Giustizia-condominio

Corte di Giustizia UE: anche il condominio è un consumatore!

La Direttiva 93/13/CEE, e la tutela dei consumatori ivi prevista, può essere applicata a un contratto concluso tra un professionista e un soggetto giuridico quale il condominio nell’ordinamento italiano, anche se un simile soggetto giuridico non rientra nell’ambito di applicazione della suddetta direttiva. L’interessante questione era stata rimessa alla Corte di Giustizia dell’Unione Europea da […]

Leggi Ancora
Interruzione-trattative-fede

Interruzione trattative e violazione del dovere di buona fede

La violazione del dovere di buona fede nelle trattative, corrispondente alla lesione della libertà negoziale altrui, è riconducibile alla lesione del dovere generale del neminem laedere ex art. 2043 c.c. Nella vicenda de qua, un ragazzo, convenendo in giudizio un’azienda, si doleva del comportamento illecito della medesima, a fronte del quale chiedeva il risarcimento del […]

Leggi Ancora
preliminare-donazione-fratelli

No al preliminare di una donazione

Il preliminare di donazione non è ipotizzabile in quanto incompatibile con lo spirito di liberalità, che è suo elemento essenziale. La singolare vicenda aveva visto l’attore citare in giudizio il fratello chiedendo che fosse data esecuzione, ai sensi dell’art. 2932 c.c., all’accordo da quest’ultimo siglato con il germano; in particolare, esponeva l’attore, nell’accordo era profusa […]

Leggi Ancora

La vendita di immobile e il certificato di abitabilità

Nella vendita di immobile destinato ad abitazione, il certificato di abitabilità costituisce requisito giuridico essenziale del bene compravenduto, poiché incide sull’attitudine del bene ad assolvere la sua funzione economico – sociale. La Corte d’Appello, cui l’attuale ricorrente si era rivolta, aveva confermato la sentenza di primo grado che aveva riconosciuto in capo alla medesima l’inadempimento […]

Leggi Ancora