Close
Condominio-comunione-mutamento

Condominio o comunione: mutamento di destinazione

La direzione della funzione della cosa comune a vantaggio di beni esclusivi di un comunista o un condomino, configura mutamento di destinazione rispetto ai quali i comproprietari non avevano inteso “destinare” il bene comune.

Il giudice di prime cure aveva rigettato la domanda proposta da un condomino tesa a far accertare l’inesistenza di servitù di passaggio a carico di una stradina in comune agli attori e ad alcune particelle di proprietà dei convenuti, di cui questi ultimi avevano iniziato a fruire anche a favore di un’altra particella, dopo aver abbattuto una palizzata di delimitazione.

La Corte d’Appello aveva poi riformato la sentenza, accogliendo la domanda in negatoria e dichiarando il fondo degli appellanti esente da servitù.

La questione giungeva così innanzi alla Corte di Cassazione, che però ha rigettato il gravame.

Gli ermellini hanno ricordato che il diritto del partecipante di servirsi della cosa comune non può estendersi a vantaggio di entità immobiliari estranee alla comunione o al condominio.

L’art. 1102 c.c., invero, dispone che ciascun partecipante può servirsi della cosa comune, purché non ne alteri la destinazione e non impedisca il pari uso degli altri partecipanti secondo il loro diritto. L‘art. 1108, co. 3, c.c. prevede come necessario il consenso di tutti i partecipanti per la costituzione di diritti reali sul fondo comune, salva l’applicazione dell’art. 1350 c.c. quanto alla forma che deve rivestire detto consenso. Ulteriore disciplina si rinviene nell’art. 1059, co. 1, c.c. per il quale la servitù concessa da uno solo dei comproprietari non è costituita se non quando l’abbiano concessa anche gli altri, salvo il divieto per il concedente singolo di porre impedimenti all’esercizio. Per quanto non è espressamente previsto per il condominio negli edifici 1 dette norme sono anche applicabili in tale ambito giusta il rinvio dell’art. 1139 c.c.

Cass., 16 maggio 2019, n. 13213

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Condividi!

Read in this month : 93

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares