Close
condominio-prova-mobbing

Condominio: prova del mobbing

Il portiere di un condominio, datore di lavoro, che si ritenga vittima di mobbing deve fornire le relative prove.

La vicenda aveva visto un portiere citare in giudizio il condominio presso il quale aveva prestato servizio per quindici anni al fine di sentir dichiarare la sua responsabilità ed esser risarcito dei danni a lui provocati; in particolare, l’attore asseriva non solo d’esser stato vittima di comportamenti vessatori da parte dell’amministratore e di alcuni condomini, ma anche di non aver percepito una retribuzione adeguata alle mansioni da lui svolte e di aver subito un licenziamento illegittimo. Il giudice di prime cure, tuttavia, riteneva doversi accogliere solo le domande concernenti le differenze retributive, rigettando dunque quelle relative alla dichiarazione della illegittimità del licenziamento e risarcimento del danno da mobbing.

Dello stesso parere si mostrava il giudice d’Appello, cui il portiere si rivolgeva, che non aveva ritenuto sussistenti gli elementi in grado di configurare una condotta vessatoria del condominio datore di lavoro, per assenza della intenzionalità del comportamento mobbizzante e per l’ascrivibilità della stessa a più datori, identificabili nei vari condomini.

La questione giungeva così all’attenzione della Corte di legittimità; e tuttavia, anche in tale sede le doglianze del portiere non hanno trovato conforto. Gli ermellini infatti hanno confermato quanto deciso dal giudice di merito – che correttamente aveva ritenuto non sussistenti elementi tali da integrare mobbing, affermando, in relazione all’iter motivazionale aveva sorretto la pronuncia di secondo grado, che “l’espletato accertamento investe, infatti, pienamente, per quanto sinora detto, la quaestio facti, e rispetto ad esso il sindacato di legittimità si arresta entro il confine segnato dal novellato art. 360, co. 1, n. 5, c.p.c., così come rigorosamente interpretato da Cass. SS.UU. nn. 8053 e 8054 del 7 aprile 2014”.

Cass., 16 ottobre 2018, n. 25872/o.

Redazione A-I.it Avvocati Associati in Italia

Condividi!

Read in this month : 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares