Close
Condominio-riparto-spese

Condominio: per la deroga ai criteri di riparto delle spese occorre il consenso di tutti

Quando consapevolmente e senza il consenso di tutti i partecipanti l’assemblea deroghi ai criteri di riparto delle spese, la delibera deve considerarsi affetta da nullità.

Nella vicenda in esame, un condominio, proprietario di un appartamento, conveniva in giudizio il relativo condominio, chiedendo che fosse annullata o comunque dichiarata nulla la delibera con cui l’assemblea aveva modificato i criteri di riparto delle spese; in particolare, esponeva l’attore, la delibera era affetta da nullità in quanto aveva espressamente derogato, non all’unanimità, ai criteri di riparto stabiliti, invece, all’unanimità con delibera precedente ed in quanto i criteri stabiliti erano errati.

Il giudice, nell’accogliere le domande del condomino, ha ricordato che, quando consapevolmente e senza il consenso di tutti i partecipanti l’assemblea deroghi ai criteri di riparto delle spese in particolare quando il criterio di riparto sia stabilito, come nel caso in esame, da disposizione di natura contrattuale, la delibera deve considerarsi affetta da nullità.

Per altro, nel caso di specie, la disposizione violata ha natura contrattuale in quanto è stata il frutto di un patto condiviso fra tutti i partecipanti, motivo per cui la delibera avrebbe potuto essere rimossa solo in seguito ad altra decisione unanime ovvero di pronunzia giudiziale in seguito a domanda di annullamento/nullità della deliberazione pattizia ovvero di domanda di ‘correzione di errore’ a mente dell’art. 69 disp att. cc laddove ritenuto che la disposizione abbia contestualmente determinato la costituzione di tabelle.

Trib. Roma, Sez. Lav., 23 aprile 2019, n. 8685

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Condividi!

Read in this month : 11

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares