Close
lastrico-solare-condomino

Il lastrico solare appartiene ad un solo condomino? Che lo provi!

Spetta al condomino, che pretenda l’appartenenza esclusiva di un bene, quale ad esempio un lastrico solare, dar prova della sua asserita proprietà esclusiva; in difetto di tale prova, infatti, deve essere affermata l’appartenenza a tutti i condomini.


La vicenda era sorta dalla controversa proprietà di un lastrico solare, che, se per un verso, stando alla lettera del codice civile, avrebbe dovuto rientrare nell’ambito dei beni comuni, per altro verso la sua, appunto, proprietà esclusiva era rivendicata da un unico condomino.

Orbene, tralasciando le vicende giudiziarie, è importante sottolineare quanto ricordato in merito dalla Corte di Cassazione.

Nella specie, gli ermellini hanno sottolineato che la situazione di condominio, regolata dagli artt. 1117 c.c. e ss., si attua sin dal momento in cui si opera il frazionamento della proprietà di un edificio, a seguito del trasferimento della prima unità immobiliare suscettibile di separata utilizzazione dall’originario unico proprietario ad altro soggetto. A tale fine, assume decisività l’individuazione dell’atto in cui il condominio potesse dirsi sorto, allorchè, nel caso in esame, la prima unità abitativa venne venduta, avendosi così l’atto di frazionamento dell’iniziale unica proprietà. Originatasi a tale epoca la situazione di condominio edilizio, dallo stesso momento doveva, infatti, intendersi operante la presunzione legale ex art. 1117 c.c. di comunione “pro indiviso” di tutte quelle parti del complesso che, per ubicazione e struttura, fossero – in tale momento costitutivo del condominio destinate all’uso comune o a soddisfare esigenze generali e fondamentali del condominio.

Ciò posto, la Corte ha chiosato asserendo che spetta al condomino, che pretenda l’appartenenza esclusiva di un bene, quale appunto un lastrico solare, compreso tra quelli elencati espressamente o per relationem dall’art. 1117 c.c., dar prova della sua asserita proprietà esclusiva derivante da titolo contrario; in difetto di tale prova, infatti, deve essere affermata l’appartenenza dei suddetti beni indistintamente a tutti i condomini.

Cass. civ., Sez. VI, 21 settembre 2020, n. 19712

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Read in this month : 2

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *