Close
Separazione-interesse-figlio

Separazione: si tiene conto dell’interesse morale del figlio?

Separazione e assegno di mantenimento: l’interesse morale del figlio riveste una funzione strumentale dovendo consentire con la cura, l’educazione e l’istruzione, anche le frequentazioni e le opportunità di crescita sociale e professionale del primo e non l’ingiustificata retrocessione delle condizioni di vita materiale quasi che le difficoltà educative siano ascrivibili all’ammontare dell’assegno.

La vicenda aveva preso le mosse dalla separazione personale dei coniugi, nell’ambito della quale il tribunale aveva posto a carico dell’ormai ex marito un cospicuo assegno di mantenimento sia in favore della ex consorte che in favore dei figli.

Orbene, la questione giunta innanzi alla Corte di Cassazione, aveva visto la seguente definizione.

I giudici hanno ricordato che se all’assegno divorzile in favore dell’ex coniuge deve attribuirsi, oltre alla natura assistenziale, anche natura perequativo-compensativa, che discende direttamente dalla declinazione del principio costituzionale di solidarietà, siffatta posta deve riconoscersi nella finalità di fornire un contributo volto a consentire al coniuge richiedente, economicamente più debole, il raggiungimento, in concreto, di un livello reddituale adeguato al contributo fornito nella realizzazione della vita familiare.

Nell’indicata finalità deve, in particolare, tenersi conto delle aspettative professionali sacrificate per una funzione equilibratrice del reddito degli ex coniugi non guidata, però, dalla necessità di dare ricomposizione ai tenore di vita endoconiugale, ma dal riconoscimento del ruolo e dei contributo fornito dall’ex coniuge, economicamente più debole, alla formazione del patrimonio della famiglia e di quello personale degli ex coniugi.

Per quel che poi riguarda la valutazione, nella determinazione del quantum dell’assegno di contributo alla cui corresponsione i genitori sono tenuti per il mantenimento dei figlio, dell’interesse morale di quest’ultimo, la Corte ha precisato che l’interesse morale è canone che nella sua immediata portata resta estraneo alla previsione di cui all’art. 337 ter c.c., comma 4, norma che – espressamente dettata per la quantificazione dell’assegno in favore del figlio, nella premessa esigenza che la sua fissazione intervenga in misura proporzionale al reddito di ciascun genitore – salda i presupposti applicativi della posta, insieme alle attuali esigenze dei figlio, anche, al tenore di vita goduto in costanza di convivenza con entrambi i genitori, ai tempi di permanenza presso ciascuno di loro, alle risorse economiche di entrambi i genitori, secondo contenuti che, per scansione e finalità, restano condivisi quanto alle posizioni dei figli minorenni e di quelli maggiorenni non autosufficienti.

L’interesse morale del figlio, minorenne o maggiorenne non autosufficiente, torna a valere per una lettura di sistema in cui, specularmente fissati il dovere dei genitori ed il diritto del figlio, rispettivamente, di educare e di essere educato, di assistere moralmente e di essere assistito moralmente, nel rispetto di capacità, inclinazioni naturali ed aspirazioni del figlio stesso, l’interesse diviene, nella sua centralità, il fine destinato ad ispirare l’esercizio della responsabilità genitoriale e, comunque, ogni provvedimento giudiziale tanto in ipotesi di permanenza dei vincolo coniugale che di suo allentamento, scioglimento o caducazione o, ancora, anche rispetto a figli di genitori non coniugati, per contenuti patrimoniali, o meno.

In materia di assegno di mantenimento e della sua misura, l’interesse morale del figlio riveste una funzione strumentale dovendo consentire con la cura, l’educazione e l’istruzione, anche le frequentazioni e le opportunità di crescita sociale e professionale del primo e non l’ingiustificata retrocessione delle condizioni di vita materiale quasi che le difficoltà educative siano ascrivibili all’ammontare dell’assegno.

Cass. civ., Sez. I, 28 gennaio 2021, n. 2020

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Read in this month : 30

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares