Close
Condominio-delibera-parcheggio

Condominio: delibera di destinazione a parcheggio

Condominio: la delibera assembleare di destinazione della corte a parcheggio di autovetture è validamente approvata con le maggioranze previste dall’art. 1136, co. 5, c.c., non essendo richiesta l’unanimità dei consensi.

La vicenda in esame aveva visto due condomino impugnare la delibera assembleare del supercondominio nell’ambito del quale risiedevano, delibera con cui era è stato approvato il regolamento, chiedendo che ne venisse accertata la nullità, l’annullabilità o comunque la sua inefficacia.

Nella specie, gli attori erano comproprietari di un box ad uso autorimessa facente parte del condominio e di una unità immobiliare sita in altro immobile; i due edifici costituivano, appunto, il supercondominio. Gli istanti lamentavano la lesione del diritto sull’uso della corte comune: il regolamento condominiale, a dir loro, nell’aver disciplinato il diritto di parcheggio nella corte comune, aveva consentito il parcheggio, all’interno della medesimo, nei limiti della disponibilità delle aree perimetrali della corte idonee al posteggio; ciò avrebbe leso o comunque limitato e inficiato il diritto degli attori stessi, attribuendo a tutti i condomini del supercondominio lo stesso diritto di parcheggio, precedentemente precluso o limitato.

Il tribunale, tuttavia, ha respinto le domande attoree poiché, come rileva opinione costante in giurisprudenza, la delibera assembleare di destinazione della corte a parcheggio di autovetture – in quanto disciplina le modalità d’uso e di godimento del bene comune – è validamente approvata con le maggioranze previste dall’art. 1136, co. 5, c.c., non essendo richiesta l’unanimità dei consensi.

Legittimamente, pertanto, i condomini del supercondominio, con la delibera oggetto di impugnazione, delibera dunque pienamente valida, avevano stabilito il diritto di parcheggio nella corte comune nei limiti della disponibilità delle aree perimetrali, per tutti i condomini del Supercondominio.”

Trib. Milano, Sez. XIII, 18 luglio 2019, n. 7219

Redazione A-I.it Avvocati Associati in Italia

Read in this month : 1

Condividi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *