Close
Privacy-dati-sanitari

Privacy dei dati sanitari e trasparenza amministrativa: chi prevale?

La privacy dei dati sanitari prevale sulla trasparenza amministrativa, motivo per cui è legittima la sanzione contro l’ente pubblico che diffonde notizie sullo stato di salute di un suo dipendente.

Nella vicenda de qua, se da un lato un ente pubblico era stato condannato al pagamento di una pesante sanzione per aver diffuso i dati sanitari di un suo dipendente senza consenso alcuno, dall’altro lato il tribunale aveva accolto l’opposizione dell’ente: quest’ultimo, in particolare, aveva dedotto che dell’illecito, ove esistente, rispondeva il dirigente del servizio e che non vi era alcuna violazione stante l’esigenza della trasparenza amministrativa.

Per tale ragione, il Garante per la protezione dei dati personali aveva proposto ricorso per cassazione, dolendosi della violazione degli artt. 22 e 152, d.lgs. n. 196/2003 per essere stata ritenuta illegittima la sanzione in ordine alla diffusione di un dato sensibile.

Gli ermellini hanno accolto la posizione del Garante.

La Corte ha infatti ricordato che la tutela del dato sensibile prevale su una generica esigenza di trasparenza amministrativa sia sotto il profilo costituzionalmente rilevante della valutazione degli interessi in discussione sia sotto quello della sostanziale elusione della normativa sulla protezione dei dati personali, accentuata nel caso dei dati sensibili, ove si dovesse far prevalere una generica esigenza di trasparenza amministrativa nemmeno concretamente argomentata e provata.

Peraltro, come più volte affermato, nella nozione di trattamento, ai sensi dell’art. 4, I, lett. a), del Codice della Privacy, sono compresi l’estrazione dei dati ed il successivo utilizzo; attività che, se non precedute da idonea informativa sul trattamento dei dati personali e dalla acquisizione del consenso del titolare, integrano due illeciti amministrativi previsti dagli artt. 13, 23, 130, 161, 162, co. 2 bis, e 167 del Codice della Privacy.

Cass., 4 aprile 2019, n. 9382

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Condividi!

Read in this month : 94

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares