Close
sottoscala-parti-condominio

Il sottoscala rientra fra le parti comuni del condominio?

Il sottoscala rientra tra le parti comuni dell’edificio condominiale in quanto proiezione delle scale.

Un Condominio aveva convenuto in giudizio il proprietario di alcuni locali siti al piano terra, lamentando che il medesimo si era impossessato di un’area di proprietà condominiale, costruendovi un bagno, di cui chiedeva la rimozione. Il convenuto, da par sua, resisteva alla domanda, eccependo l’usucapione dell’area.

Il giudice di primo grado aveva rigettato la domanda del condominio ed accolto l’eccezione di usucapione; di parere opposto la Cote d’Appello, che, in riforma della sentenza impugnata, condannava il condomino alla rimessione in pristino, mediante restituzione all’uso comune del sottoscala condominiale: il sottoscala, a ben vedere, rientrava tra le parti comuni dell’edificio condominiale, in quanto proiezione delle scale, non avendo l’attore fornito prova della sua proprietà esclusiva.

La vicenda giungeva così innanzi alla Corte di Cassazione, che, confermando il decisum di secondo grado, ha rigettato il ricorso del condomino.

Invero, hanno sottolineato gli ermellini, è pacifico che il sottoscala rientri tra le parti comuni dell’edificio condominiale, ex art. 1117 c.c., in quanto proiezione delle scale.

Incombe, pertanto, a chi rivendichi l’acquisto uti singuli di detta porzione di immobili l’onere di provare che questa venne avocata a sé dal venditore col primo atto di frazionamento.

Al fine di stabilire se sussista un titolo contrario alla presunzione di comunione di cui all’art. 1117 c.c., occorre fare riferimento all’atto costitutivo del condominio e, quindi, al primo atto di trasferimento di un’unità immobiliare dell’originario proprietario ad altro soggetto. Pertanto, se in occasione della prima vendita la proprietà di un bene potenzialmente rientrante nell’ambito dei beni comuni risulti riservata ad uno solo dei contraenti, deve escludersi che tale bene possa farsi rientrare nel novero di quelli comuni.

Cass., 9 settembre 2019, n. 22442

Redazione A-I.it Avvocati Associati

Condividi!

Read in this month : 36

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

shares