Close
Condominio-conservazione-godimento

Condominio: spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni

Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell’edificio, indicate nell’art. 1117 c.c., per la loro funzione necessaria all’uso collettivo, sono assoggettate alla ripartizione in misura proporzionale al valore delle singole proprietà esclusive, salvo diversa convenzione; se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le […]

Leggi Ancora
Condominio-cosa-comune

Condominio: canna fumaria e modifica della cosa comune

L’appoggio di una canna fumaria al muro comune di un edificio condominiale individua una modifica della cosa comune che ciascun condomino può apportare sempre che non impedisca l’altrui paritario uso, non rechi pregiudizio alla sicurezza dell’edificio e non ne alteri il decoro architettonico. Un società di servizi assicurativi aveva impugnato il rigetto dell’ordinanza del tribunale, […]

Leggi Ancora
Uso-cosa-comune

Uso della cosa comune per fini propri e utilitaristici

Il pari uso della cosa comune non va inteso nei termini di assoluta identità dell’utilizzazione del bene da parte di ciascun condomino: i limiti posti all’uso della cosa comune non impediscono al singolo condomino di servirsi del bene anche per fini esclusivamente propri e di trarne ogni possibile utilità. Queste le conclusioni della Corte di […]

Leggi Ancora
condomino-decoro-architettonico

Il condomino può agire per tutelare il decoro architettonico del condominio

Il decoro architettonico, che caratterizza la fisionomia dell’edificio condominiale, è un bene comune: il singolo condomino è quindi legittimato ad agire in giudizio per la rimozione delle modifiche apportate da altri condòmini che si rivelino abusive e pregiudizievoli. Una condomina aveva citato in giudizio tre condomini, chiedendo che fossero condannati alla rimozione della struttura in […]

Leggi Ancora
Condominio-innovazione-tecnico

Condominio: cosa si intende per innovazione in senso tecnico?

Condominio: per innovazione in senso tecnico giuridico deve intendersi non qualsiasi mutamento o modificazione della cosa comune, ma solo quella modificazione materiale che alteri l’entità sostanziale o ne muti la destinazione originaria. Un condomino, nella vicenda in esame, aveva citato in giudizio l’Enel Distribuzione s.p.a.. Nella specie, l’attore ricordava che questa aveva stipulato con la […]

Leggi Ancora
Condominio-trasformazione-giardino

Condominio: la trasformazione del giardino comune è innovazione?

Condominio: la trasformazione del giardino comune costituisce innovazione e come tale deve essere assoggettata al regime previsto dall’art. 1120, co. 1 e 2, c.c.. Nella vicenda in esame, due condomini avevano chiesto al giudice di primo grado di dichiarare la nullità, o comunque l’annullabilità, di due deliberazioni dell’assemblea; in particolare, tramite queste ultime erano state […]

Leggi Ancora
Condominio-cosa-innovazioni

Condominio: cosa si intende per innovazioni?

Condominio: per innovazioni, ai sensi dell’art. 1120 c.c., si intendono le modificazioni materiali che alterino l’entità sostanziale o mutino la destinazione originaria del bene. Questo, in sostanza, quanto asserito dal tribunale modenese in una vicenda che aveva visto un condomino impugnare una delibera assembleare nella parte in cui aveva autorizzato l’esecuzione di un cornicione in […]

Leggi Ancora
condominio-modifica-cosa

Condominio: modifica della cosa comune

Condominio: nel caso in cui sia prevedibile che gli altri partecipanti non possano fare pari uso della cosa comune, la modifica apportata a quest’ultima da un singolo condomino è da ritenere legittima. La vicenda traeva origine dalla condanna di due condomini, rei d’aver realizzato un tetto in sostituzione della struttura preesistente nel condominio in mancanza […]

Leggi Ancora