Close
Finanziamenti-abusivi-banca

Finanziamenti abusivi e responsabilità della banca

La responsabilità in capo alla banca, qualora abusiva finanziatrice, può sussistere in concorso con quella degli organi sociali, in via di solidarietà passiva ai sensi dell’art. 2055 c.c., quali fatti causatori del medesimo danno, senza che, peraltro, sia necessario l’esercizio congiunto delle azioni verso gli organi sociali e verso il finanziatore, trattandosi di mero litisconsorzio […]

Leggi Ancora
Anticipazione-incasso-credito

Anticipazione su ricevute bancarie e mancato incasso del credito

Anticipazione su ricevute bancarie regolata in conto corrente con mandato all’incasso: è onere della banca mandataria provare di aver eseguito il contratto secondo buona fede e, conseguentemente, che l’eventuale mancato incasso del credito dal terzo sia stato dovuto a causa ad essa non imputabile. Ne consegue che, in caso di ammissione del correntista e mandante […]

Leggi Ancora
conseguenze-consegna-assegno

Quali sono le conseguenze della consegna di un assegno bancario?

L’assegno bancario è sempre consegnato salvo buon fine, mentre è in capo al prenditore l’obbligo di provvedere all’incasso del titolo. La semplice consegna di un assegno bancario non determina l’effettiva disponibilità delle somme che siano indicate sul titolo. La consegna dell’assegno bancario avviene sempre – secondo la formula correntemente in uso al riguardo – “salvo […]

Leggi Ancora

La clausola di capitalizzazione degli interessi: validità

L’invio al correntista degli estratti conto recanti l’indicazione dell’adeguamento non è sufficiente ad assicurare, neppure per il periodo successivo alla entrata in vigore del provvedimento, la validità della clausola regolante la capitalizzazione degli interessi, a tal fine occorrendo invece un’apposita convenzione scritta al pari di quella richiesta per la stipulazione dei contratti soggetti alla nuova […]

Leggi Ancora
Rapporti-bancari-responsabilità

Rapporti bancari: la responsabilità del funzionario

Chi, nell’adempimento della propria obbligazione o nell’espletamento della propria attività si avvale dell’opera di terzi, risponde anche dei fatti dolosi o colposi di costoro, ancorché non siano alle sue dipendenze. Un correntista aveva citato in giudizio la banca ed un impiegato della medesima presso la quale aveva aperto il proprio conto corrente per chiedere la […]

Leggi Ancora
Dichiarazione-successione-crediti

Dichiarazione di successione e inesigibilità dei crediti

L’art. 48, D.Lgs. 346/1990, che pone in capo ai terzi il divieto legale di pagare le somme agli eredi prima della dichiarazione di successione, prevede un’ipotesi di inesigibilità legale del relativo credito. Queste le conclusioni della Corte di Cassazione al termine di una vicenda che aveva preso le mosse dalla domanda di un ingegnere, all’indomani […]

Leggi Ancora
Conto-corrente-usurarietà

Conto corrente: tra interessi ultralegali e usurarietà

In tema di ripetizione di indebito, incombe all’attore provare non solo l’avvenuto pagamento ma anche la mancanza di causa debendi. La vicenda aveva tratto origine dalle doglianze di un correntista circa l’illegittimità delle condizioni economiche applicate al suo rapporto di conto corrente nonché al contratto di mutuo, intrattenuti presso l’istituto di credito convenuto: nella specie, […]

Leggi Ancora
Conto-corrente-bancario

Conto corrente bancario: quando si applica il meccanismo di imputazione?

Nei contratti di conto corrente bancario cui acceda un’apertura di credito, il meccanismo di imputazione del pagamento agli interessi, di cui all’art. 1194 c.c., comma 2, trova applicazione solo ove sia configurabile un pagamento in senso tecnico-giuridico, ovvero in presenza di un versamento avente funzione solutoria in quanto eseguito su un conto corrente avente un […]

Leggi Ancora
Demansionamento-dequalificazione-risarcimento

Demansionamento e dequalificazione: risarcimento del danno

Risarcimento del danno non patrimoniale derivante da demansionamento e dequalificazione: il riconoscimento di tale diritto non ricorre automaticamente in tutti i casi di inadempimento datoriale e non può prescindere da una specifica allegazione dell’esistenza di un pregiudizio. Un dipendente di una banca aveva citato in giudizio la medesima, evidenziando il suo demansionamento, a seguito di […]

Leggi Ancora

Rapporti bancari: come si valuta l’usurarietà?

La valutazione di usurarietà attiene all’interesse in concreto applicato dopo l’inadempimento. La vicenda in oggetto ha preso le mosse dalla citazione a giudizio di un correntista nei confronti della relativa banca. Tralasciando le invero intricate vicenda giudiziarie, conta evidenziare quanto ricordato dalla Corte di Cassazione in tema di rapporti bancari. Orbene, i giudici hanno sottolineato […]

Leggi Ancora