Close
Reintegro-lavoratore-risarcimento

Reintegro del lavoratore illegittimamente licenziamento e risarcimento del danno biologico

Licenziamento illegittimo: dopo il reintegro disposto dal giudice, qualora il lavoratore venga lasciato sostanzialmente inattivo, egli ha diritto al risarcimento del danno biologico. Il Tribunale aveva accolto solo in parte la domanda di risarcimento del danno proposta da un dipendente nei confronti della società per la quale lavorava: nella specie, aveva accolto la domanda volta […]

Leggi Ancora
Lavoro-prescrizione-ferie

Lavoro e prescrizione: termine decennale per il diritto all’indennità da ferie non godute

Il diritto all’indennità da ferie non godute, alla luce del criterio della sua natura mista, sia risarcitoria che retributiva, si prescrive nel termine ordinario di dieci anni. La vicenda aveva visto un dipendente di una società di assicurazioni citare in giudizio la medesima perché venisse accertato che egli aveva assolto, fin dalla data di assunzione, […]

Leggi Ancora
prova-lavoro-subordinato

La prova del rapporto di lavoro subordinato

Grava sul lavoratore che agisce in giudizio l’onere di allegare e provare la sussistenza del rapporto di lavoro subordinato e la prestazione lavorativa in concreto effettuata. Un dipendente, nella vicenda risolta dal tribunale, aveva impugnato il licenziamento a lui intimato dalla società presso la quale lavorava, chiedendo che, di conseguenza, fosse reintegrato nel posto di […]

Leggi Ancora
Lavoro-rivendicazione-retribuzione

Lavoro: la rivendicazione della retribuzione

Qualora il lavoratore agisca per ottenere la retribuzione contrattuale, una volta assodata l’esistenza del rapporto di lavoro subordinato, grava sul datore l’onere di provare di aver adempiuto alle proprie obbligazioni oppure che è intervenuta una causa esonerativa delle stesse totale o parziale. La vicenda de qua aveva visto un dipendente ricorrere nei confronti del suo […]

Leggi Ancora
Pregiudizio-lavoratore-onnicomprensivo

Pregiudizio al lavoratore: l’indennità ha carattere onnicomprensivo

L’indennità ex art. 32, co. 5, L. 183/2010, ha carattere forfetizzato ed onnicomprensivo, motivo per cui ristora per intero il pregiudizio subito dal lavoratore. Un dipendente aveva citato in giudizio l’azienda presso la quale lavorava, dolendosi del suo comportamento; nella specie, il ricorrente era stato assunto con contratto a termine giustificato dall’esigenza di sostituire il […]

Leggi Ancora
lavoro-straining-mobbing

Straining e mobbing

Lo straining è costituito da condotte datoriali che ledono i diritti fondamentali del dipendente e consistono nell’adozione di condizioni lavorative “stressogene”, non sorrette da un intento persecutorio idoneo ad unificare gli episodi o comunque a configurare una condotta di mobbing. La vicenda de qua aveva visto un dipendente citare in giudizio la società per cui […]

Leggi Ancora
rinuncia-trattamento-fine rapporto

È nulla la rinuncia al trattamento di fine rapporto

Il diritto alla liquidazione del trattamento di fine rapporto del lavoratore ancora in servizio è un diritto futuro: la rinuncia effettuata dal lavoratore è radicalmente nulla. Nella vicenda in esame, un lavoratore aveva ingiunto alla società presso la quale era stato impiegato il pagamento di una determinata somma a titolo di integrazione del trattamento di […]

Leggi Ancora
Lavoro-indennità-reintegra

Lavoro: indennità e reintegra

In tutti i casi in cui l’obbligazione reintegratoria è divenuta impossibile per causa non imputabile al datore di lavoro, non è dovuta neanche l’indennità sostitutiva. Un dipendente aveva impugnato il licenziamento a lui intimato per superamento del periodo di comporto; il giudice di primo grado aveva ritenuto doversi accogliere le sue istanze, dichiarando l’illegittimità del […]

Leggi Ancora
licenziamento-giusta-causa

Licenziamento per giusta causa

La condotta di un lavoratore subordinato, che divulghi fatti od accuse riguardanti il datore, può rappresentare giusta causa di licenziamento se la condotta sia effettivamente lesiva del rapporto fiduciario e se manchi anche solo uno degli elementi costitutivi del diritto di critica. La vicenda giudiziaria, nata a valle di un licenziamento intimato a un dipendente, […]

Leggi Ancora
procedure-mobilità-licenziamento

Procedure di mobilità

Nell’ambito delle procedure di mobilità, è necessario indicare i criteri di scelta dei lavoratori da licenziare; in mancanza l’esercizio del potere datoriale non può che esser definito incompatibile con le finalità della procedura. Il giudice del lavoro, nella sentenza in commento, nel decidere sulle istanze di un lavoratore che assumeva d’esser tato illegittimamente licenziato al […]

Leggi Ancora