Close
Lavoro-giornalistico-subordinazione

Lavoro giornalistico: quando c’è subordinazione?

Lavoro giornalistico: ai fini della individuazione del rapporto di lavoro subordinato rilevano l’ampiezza di prestazioni e l’intensità della collaborazione, che devo essere tali da comportare l’inserimento stabile del lavoratore nell’organizzazione aziendale. Tale verifica, nel contesto di più contratti di collaborazione ripetuti nel tempo a distanza di intervalli temporali, deve essere condotta sull’arco temporale di effettivo […]

Leggi Ancora
Caduta-sedia-lavoro

Caduta dalla sedia in ufficio: è infortunio sul lavoro?

L’occasione di lavoro, di cui al d.P.R. n. 1124 del 1965, art. 2, è configurabile anche nel caso di incidente occorso durante la deambulazione all’interno del luogo di lavoro. Una dipendente del Ministero della Giustizia aveva subito una distorsione dopo essersi alzata dalla propria scrivania per prelevare alcuni fascicoli da un tavolo; aveva dunque chiesto […]

Leggi Ancora
Lavoro-sproporzione-sanzione

Lavoro: sproporzione tra sanzione e condotta contestata

Nell’ipotesi di accertata sproporzione tra sanzione applicata e condotta contestata, va disposta la tutela risarcitoria se la condotta stessa non è sussumibile in alcuna delle fattispecie per cui i contratti collettivi o i codici disciplinari prevedano l’irrogazione di una sanzione conservativa – ricadendo il difetto di proporzionalità tra le “altre ipotesi” menzionate dall’art. 18, comma […]

Leggi Ancora
Cosa-ramo-azienda

Cosa si intende per ramo di azienda?

Per ramo d’azienda si intende ogni entità economica organizzata che, in occasione del trasferimento, conservi la sua identità, sul presupposto di una preesistenza, potendosi conservare solo qualcosa che già esista. Non si configura, quindi, un ramo d’azienda suscettibile di cessione in difetto di preesistenza di una realtà produttiva autonoma e funzionante, qualora sia stata creata […]

Leggi Ancora
Lavoro-diritto-riassunzione

Lavoro: il diritto alla riassunzione

Diritto di precedenza alla riassunzione: il datore di lavoro che assuma lavoratori diversi può sottrarsi alla responsabilità per inadempimento solo ove fornisca la prova della assoluta inevitabilità della scelta. La vicenda aveva preso le mosse da un avviso di addebito emesso dall’INPS nei confronti di una società di trasporti, avviso giustificato dall’esigenza del recupero di […]

Leggi Ancora
Appalti-doveri-appaltatore

Appalti e doveri dell’appaltatore

L’appaltatore è tenuto a controllare, nei limiti delle sue cognizioni, la bontà del progetto o delle istruzioni impartite dal committente e, ove queste siano palesemente errate, può andare esente da responsabilità. In relazione ad alcuni interventi di manutenzione straordinaria finalizzati all’eliminazione delle barriere architettoniche di una palazzina, gli abitanti della medesima erano stati convenuti in […]

Leggi Ancora
Infortuni-lavoro-responsabile

Infortuni sul lavoro: l’imprese committente è responsabile?

Non è configurabile una generale responsabilità del soggetto committente per gli eventi verificatisi nell’esecuzione dell’appalto. Un lavoratore aveva convenuto in giudizio quattro società: la prima quale committente, la seconda quale appaltatrice dei lavori nell’esecuzione dei quali si era verificato l’infortunio occorso del lavoratore, il terzo quale subappaltatore e datore di lavoro dell’infortunato ed il quarto, […]

Leggi Ancora
Cessazione-attività-imprenditoriale

Cessazione dell’attività imprenditoriale e licenziamenti collettivi

La cessazione dell’attività è scelta dell’imprenditore, che costituisce esercizio incensurabile della libertà di impresa garantita dall’art. 41 Cost., ragion per cui la procedimentalizzazione dei licenziamenti collettivi che ne derivino ha la sola funzione di consentire il controllo sindacale sulla effettività di tale scelta. La dipendente di una società aveva impugnato il licenziamento a lei intimato, […]

Leggi Ancora
Pubblico-impiego-privatizzato

Pubblico impiego privatizzato: in cosa consiste il danno risarcibile?

Pubblico impiego privatizzato: il danno risarcibile, derivante dalla prestazione in violazione di disposizioni imperative riguardanti l’assunzione o l’impiego di lavoratori da parte della P.A, consiste di norma nella perdita di chance di un’occupazione alternativa migliore, con onere della prova a carico del lavoratore. La vicenda in esame ha ad oggetto il pubblico impiego privatizzato e, […]

Leggi Ancora
Contratti-progetti-risoluzione

Contratti a progetto e risoluzione per giusta causa

Anche per i contratti a progetto la risoluzione per giusta causa resta regolata dai principi generali in materia, secondo cui è consentito al datore di lavoro di risolvere, senza preavviso, il rapporto quando si verifichi una causa che non consenta la prosecuzione, anche provvisoria, dello stesso per essere venuto meno l’elemento fiduciario. La vicenda aveva […]

Leggi Ancora