Close
Lavoro-rischi-prevenzione

Lavoro: rischi e obbligo di prevenzione

L’obbligo di tutela delle condizioni di lavoro posto dall’art. 2087 c.c., non può dirsi adempiuto se le misure di prevenzione adottate nella organizzazione delle modalità operative della prestazione, da parte del datore di lavoro e dal committente, non siano idonee ad eliminare del tutto o, comunque, nella misura massima possibile secondo la particolarità del lavoro, […]

Leggi Ancora
Demansionamento-licenziamento-lavoro

Demansionamento e licenziamento

È legittimo il patto di demansionamento stipulato dal lavoratore, in difetto di soluzioni alternative all’estinzione del rapporto di lavoro, ai soli fini di evitare il licenziamento o fatti prodromici allo stesso, non solo ove sia promosso dalla consapevole richiesta del lavoratore, ma anche quando l’iniziativa sia stata presa dal datore di lavoro, sempreché vi sia […]

Leggi Ancora
Licenziamento-rendimento-lavoratore

Licenziamento: la correlazione con il rendimento del lavoratore

Licenziamento e rendimento: tra i compiti del personale rientrano non solo la accoglienza e sorveglianza nei confronti degli alunni e del pubblico e la custodia dei locali scolastici ma anche i compiti di pulizia dei locali, degli spazi scolastici e degli arredi. Un collaboratore scolastico aveva impugnato il licenziamento a lui intimato dal MIUR, per […]

Leggi Ancora
Lavoro-infortunio-indennizzabile

Lavoro: ogni infortunio è indennizzabile?

L’azione violenta che può determinare una patologia riconducibile all’infortunio protetto deve operare come causa esterna, che agisca con rapidità e intensità, in un brevissimo arco temporale, o comunque in una minima misura temporale, non potendo ritenersi indennizzabili come infortuni sul lavoro tutte le patologie che trovino concausa nell’affaticamento che costituisce normale conseguenza del lavoro. I […]

Leggi Ancora
Trattamento-dati-sensibili

Trattamento di dati sensibili: occorre il consenso in caso di adempimento di obblighi di legge?

Trattamento dei dati personali: non è richiesto il consenso dell’interessato quando sia necessario per adempiere ad un obbligo imposto dalla legge, come nel caso di svolgimento di attività istituzionali da parte di soggetti pubblici, nelle quali rientrano i compiti connessi all’esercizio del potere disciplinare da parte della Pubblica Amministrazione nei confronti dei propri dipendenti. Un […]

Leggi Ancora
Lavoro-clausole-limitative

Lavoro: illegittime clausole limitative

È legittima l’azione del sindacato avverso la clausola contrattuale volta ad impedire al lavoratore di effettuare interruzioni di lavoro o qualunque altra azione sindacale, escludere che la società datrice di lavoro e le società di mediazione contrattino e riconoscano qualunque sindacato dello stesso personale, impedire azioni collettive di qualsiasi tipo, pena l’annullamento e l’inefficacia del […]

Leggi Ancora
Discriminazioni-genere-lavoro

Discriminazioni di genere sul luogo di lavoro: come si verificano?

Al fine di verificare la esistenza di una discriminazione indiretta di genere, il miglior metodo di comparazione consiste nel confrontare tra loro: le proporzioni rispettive di lavoratori che sono e che non sono “colpiti” dall’asserita disparità di trattamento all’interno della manodopera di sesso maschile e le medesime proporzioni nell’ambito della mano d’opera femminile. Una dipendente […]

Leggi Ancora
compenso-lavoro-straordinario

Il compenso per il lavoro straordinario e l’indennità di turno sono compatibili?

L’art. 22 del c.c.n.l. non contiene alcuna disposizione che afferma l’incompatibilità tra il compenso per lavoro straordinario e la indennità di turno. Sia il tribunale che la Corte d’Appello avevano accolto le doglianze di un dipendente di una pubblica Amministrazione che si doleva del mancato pagamento in suo favore del lavoro straordinario svolto. Dello stesso […]

Leggi Ancora
Lavoro-giornalistico-subordinazione

Lavoro giornalistico: quando c’è subordinazione?

Lavoro giornalistico: ai fini della individuazione del rapporto di lavoro subordinato rilevano l’ampiezza di prestazioni e l’intensità della collaborazione, che devo essere tali da comportare l’inserimento stabile del lavoratore nell’organizzazione aziendale. Tale verifica, nel contesto di più contratti di collaborazione ripetuti nel tempo a distanza di intervalli temporali, deve essere condotta sull’arco temporale di effettivo […]

Leggi Ancora