Close
Locazione-conduttore-canone

Locazione: migliorie apportate dal conduttore e canone

Locazione: a meno che le parti di un contratto di locazione non escludano in modo categorico tale possibilità, il conduttore può eseguire opere sul bene locato ed il locatore trarne vantaggio. Tuttavia, il canone deve esser comunque dichiarato nella sua interessa; il conduttore può dedurre i costi sostenuti. La vicenda aveva preso le mosse dall’impugnazione […]

Leggi Ancora
Locazione-recesso-conduttore

Locazione e recesso del conduttore: necessaria la specificazione dei motivi

Il recesso titolato del conduttore non può prescindere dalla specificazione dei motivi, che perfeziona la dichiarazione di recesso e consente al locatore la precisa e tempestiva contestazione. La vicenda de qua aveva visto il proprietario di un immobile impugnare il recesso comunicato dal conduttore dell’immobile medesimo, chiedendo il pagamento in suo favore dei canoni residui […]

Leggi Ancora
Locazione-rinuncia-compensazione

Locazione: è legittima la rinuncia alla compensazione?

La rinuncia, da parte del conduttore, all’eccezione di compensazione con riferimento al deposito cauzionale non è contraria alle disposizioni imperative in materia di locazione ma, anzi, rafforza quanto voluto dal legislatore. La vicenda aveva visto una società immobiliare citare in giudizio il conduttore di un proprio immobile, chiedendo che le venissero pagati i canoni di […]

Leggi Ancora
Locazione-restituzione-immobile

Locazione: restituzione dell’immobile e indennità di occupazione

L’offerta reale di riconsegna dei locali non vale a costituire in mora il locatore, ma può invece risultare idonea – se assistita da modalità di restituzione serie, concrete e funzionali allo scopo – a escludere la mora del conduttore e il suo obbligo al pagamento dell’indennità di occupazione. Queste le conclusioni del giudice di merito […]

Leggi Ancora
Risarcimento-danno-concreto

Risarcimento e danno

Il diritto al risarcimento postula l’effettività del verificarsi di un danno, che, come tale, sia stato concretamente sofferto, non essendo sufficiente la mera potenzialità configurabile in astratto. La vicenda era nata da un rapporto di locazione ormai giunto al termine: nella specie, la ricorrente assumeva di aver ricevuto in restituzione al termine del rapporto suddetto […]

Leggi Ancora
al D.Lgs. n. 231 del 2002

Locazione e azione generale di arricchimento

L’azione generale di arricchimento ha come presupposto la locupletazione di un soggetto a danno dell’altro che sia avvenuta senza giusta causa. La questione aveva preso le mosse dalla domanda di una società nei confronti di un’altra azienda perché fosse dichiarata che la somma versata dalla prima alla seconda dovesse a titolo di indennità per perdita […]

Leggi Ancora
Contratto-locazione-nullità

Contratto di locazione: ipotesi di nullità

Il contratto di locazione ad uso abitativo, stipulato non in forma scritta, deve considerarsi affetto da nullità assoluta, rilevabile sia su impulso di parte che d’ufficio, dal giudice, con l’unica eccezione dell’ipotesi in cui la forma verbale sia stata in qualche modo imposta dal locatore, in sede di stipula. Queste le conclusioni cui è giunto […]

Leggi Ancora
Locazione-mancato-rinnovo

Locazione e mancato rinnovo del contratto

Locazione di immobili adibiti ad uso abitativo: affinché il locatore possa legittimamente denegare il rinnovo del contratto alla prima scadenza, è sufficiente una semplice manifestazione di volontà in tal senso. Una signora, proprietaria di un immobile, aveva intimato, alla conduttrice del medesimo, licenza per finita locazione; la convenuta si costituiva dichiarando di non opporsi alla […]

Leggi Ancora
Locazioni-risarcimento-danni

Locazioni e risarcimento danni

Il danno risarcibile al locatore a titolo di lucro cessante è rappresentato dalla mancata percezione di un introito mensile per tutto il tempo presumibilmente necessario per poterlo nuovamente locare. Una società aveva chiesto in primo grado che fosse dichiarata la risoluzione del contratto di locazione di immobile ad uso commerciale stipulato con la società locatrice […]

Leggi Ancora
condizione-meramente-potestativa

La condizione meramente potestativa

La condizione è meramente potestativa quando consiste in un fatto volontario il cui compimento o la cui omissione dipenda dal mero arbitrio della parte, svincolato da qualsiasi razionale valutazione di opportunità e convenienza. La vicenda aveva visto una società agire nei confronti del proprio conduttore per sentirlo condannare al pagamento in suo favore, in ragione […]

Leggi Ancora