Close
Responsabilità-medica-autodeterminazione

Responsabilità medica: lesione del diritto di autodeterminazione

Il risarcimento del danno da lesione del diritto di autodeterminazione dovrà conseguire alla allegazione del relativo pregiudizio ad opera del paziente. La vicenda risolta dagli ermellini aveva preso le mosse dalla citazione a giudizio, da parte di una donna, nei confronti di due medici e dell’Azienda ospedaliera di riferimento; in particolare, l’attrice aveva chiesto il […]

Leggi Ancora
Responsabilità-medica-lesioni

Responsabilità medica e lesioni micropermanenti

Responsabilità medica: il danno non patrimoniale, qualora contenuto nei limiti delle c.d. micropermanenti, deve essere liquidato facendo riferimento ai criteri normativi fissati dall’art. 139 cod. ass. La vicenda aveva preso le mosse dalla richiesta di risarcimento danni avanzata da una donna nei confronti del suo ginecologo di fiducia: non avendo rilevato la presenza di gravissime […]

Leggi Ancora
Responsabilità-medica-risarcimento

Responsabilità medica e risarcimento: perdita della pensione del defunto

Responsabilità medica: ai fini del riconoscimento del danno patrimoniale in favore dei congiunti del paziente defunto, va riconosciuto il mancato guadagno da ravvisarsi nella mancata percezione della pensione di vecchiaia del parente, se provato che tali somme fossero dal de cuius destinate al soddisfacimento delle esigenze del nucleo familiare. Queste le interessanti conclusioni cui è […]

Leggi Ancora
danni-dovere-paziente

Quali danni derivano dalla violazione del dovere di informazione del paziente?

La violazione, da parte del medico, del dovere di informare il paziente può causare sia un danno alla salute, sia un danno da lesione del diritto all’autodeterminazione. Queste le conclusioni delle Corte di Cassazione nell’ambito di una vicenda che aveva visto una donna citare in giudizio l’istituto tumori presso il quale aveva effettuato le relative […]

Leggi Ancora
modulo-prestazione-consenso

È corretto far sottoscrive il modulo di prestazione del consenso il giorno dell’intervento?

Il modulo di prestazione del consenso sottoscritto lo stesso giorno dell’intervento non inficia la conclusione del corretto adempimento del relativo obbligo dei medici curanti, qualora il documento scritto appaia come approdo di un percorso seguito in precedenti incontri e discussioni. La vicenda su sui si è pronunciata la Corte di Cassazione concerne un’ipotesi di responsabilità […]

Leggi Ancora
natura-responsabilità-cura

La natura della responsabilità dell’ente o della casa di cura

La responsabilità dell’ente o della casa di cura nei confronti del paziente ha natura contrattuale e può conseguire all’inadempimento delle obbligazioni direttamente a suo carico nonché all’inadempimento della prestazione medico-professionale del sanitario. La vicenda ha offerto la possibilità al giudice di merito di fornire alcune importanti precisazioni in tema di responsabilità dell’ente o della casa […]

Leggi Ancora
Responsabilità-medica-danno

Responsabilità medica: prova della verificazione del danno

Dall’inquadramento della responsabilità sanitaria come di natura contrattuale, deriva che in capo al paziente grava unicamente l’onere di dimostrare l’inserimento nella struttura e che il danno si sia verificato durante la relativa degenza. I figli di una donna, deceduta a seguito di quella che gli attori definivano malasanità, avevano citato in giudizio l’ente ospedaliero presso […]

Leggi Ancora
Responsabilità-medica-danni

Responsabilità medica e danni risarcibili

Responsabilità medica: i danni risarcibili sono solo quelli che consistono nelle perdite che sono conseguenza della lesione della situazione giuridica soggettiva e non quelli consistenti nell’evento lesivo in sé considerato. La vicenda de qua aveva visto una donna citare in giudizio l’ASL in ragione della responsabilità in cui erano incorsi i medici della struttura radiologica […]

Leggi Ancora
Responsabilità-medica-riparto onere probatorio

Responsabilità medica e riparto onere probatorio

Nei giudizi di risarcimento del danno causato da attività medica spetta al paziente provare l’esistenza del contratto e l’evento dannoso mentre a carico del medico è lasciato l’onere di provare che la prestazione professionale sia stata eseguita secondo la migliore scienza ed esperienza medica e che l’evento infausto sia stato determinato da un evento imprevisto […]

Leggi Ancora